Da palestra fisica a palestra virtuale durante l’emergenza

Da palestra fisica a palestra virtuale durante l’emergenza

L’emergenza in atto ha messo in difficoltà alcuni settori più di altri. Ad esempio, tutto il settore delle palestre, piscine e centri sportivi non sta attraversando un periodo semplice. Questo non significa che non si possa pensare a nuove modalità di erogazione dei servizi. Infatti, grazie alla tecnologia le palestre, come altri settori, possono continuare a comunicare con i propri abbonati, clienti e utenti. Come può una palestra fisica trasformarsi in palestra virtuale?

  1. Continuando a comunicare con i clienti, in modo da sentirsi vicini anche se lontani
  2. Offrendo servizi online a chi è già abbonato e vuole continuare ad allenarsi
  3. Organizzando lezioni in diretta e registrando video lezioni premium

L’importanza di continuare a comunicare anche ora

Dover chiudere da un giorno all’altro senza sapere quando si potrà riaprire non è piacevole.

Palestra virtuale - Video online

Nonostante questo è fondamentale continuare a comunicare con clienti e non, aggiornare i social per far sapere che si è ancora attivi virtualmente e si sta continuando a lavorare, coinvolgere chi è a casa e ha bisogno di distrarsi e allenarsi. Strumenti come i social, le app di messaggistica istantanea, gli SMS e le email, possono offrire un contributo concreto in questo senso. Ma come dovrebbero essere usati?

Di sicuro bombardare di informazioni i propri contatti è sempre sbagliato, soprattutto in questo periodo. Ecco perché ci si dovrebbe limitare ad inviare informazioni come queste:

  • avvisi di chiusura della struttura con attivazione di un numero o indirizzo mail dedicato a cui fare richieste relative al periodo di emergenza
  • aggiornamenti riguardanti i servizi ancora attivi in modalità virtuale (per chi ha sottoscritto abbonamenti di lunga durata)
  • inviti a dirette riguardanti allenamenti, alimentazione, benessere mentale
  • aggiornamenti mensili sulla possibile riapertura per tenere sempre aggiornati gli iscritti

Come parlare ai clienti: empatia e motivazione

Palestra virtuale - Messaggio motivazionaleUna volta deciso che tipo di comunicazioni inviare è importante capire come farlo. Fare attenzione al tono del messaggio è di fondamentale importanza in un periodo come questo.

Essere empatici con la situazione che i propri interlocutori stanno attraversando è necessario per tutti i business. Le palestre, in particolare, dovrebbero puntare a dare messaggi motivanti, che trasmettano energia e invitino alla positività. Insomma che mettano voglia di fare in un momento complesso come questo. Esserci adesso per i clienti non significa certo vendere a tutti i costi, piuttosto offrire supporto, sostegno e aiuto.

Attivare lezioni di fitness online: come e perché

Se i propri iscritti non possono usufruire degli attrezzi della loro amata palestra, questo non è un motivo per impedirgli di allenarsi. Si può decidere di contattare gli abbonati e chiedergli se hanno bisogno di una rimodulazione della scheda di allenamento con esercizi a corpo libero. Spesso bastano un tappetino e tanta forza di volontà per continuare a prendersi cura del proprio aspetto.

In questa fase è importante attivare un canale di comunicazione che permetta agli iscritti di fare domande se hanno dei dubbi sugli esercizi assegnati, se la scheda è troppo difficile da seguire o se hanno bisogno di una lezione live per eseguire al meglio alcuni esercizi. In questi casi possono tornare utili:

  • email
  • gruppi su Whatsapp
  • landing page in cui caricare i video necessari e le spiegazioni per eseguire al meglio l’esercizio
  • servizi di ricezione SMS con numeri dedicati a cui ricevere solo i messaggi degli abbonati premium

Palestra virtuale: ecco con quali tool

Come anticipato prima, continuare a tenere aperte le palestre anche se virtualmente, non è così complesso. Basta armarsi di smartphone o computer e, in un attimo, è possibile entrare nelle case dei propri iscritti e iniziare a farli allenare.

In questo caso si possono provare due strade.Palestra virtuale - Lezioni online

Si può decidere di registrare dei video da condividere solo con i propri abbonati (pensiamo a tutti quei clienti che avevano sottoscritto un abbonamento annuale o anche più lungo) o di avviare delle dirette per tutti i propri followers sui social. L’obiettivo è da una parte continuare ad offrire un servizio premium e personalizzato a chi aveva già pagato, dall’altra coinvolgere chi non si è mai iscritto o chi non è abituato a fare attività fisica. La palestra virtuale serve quindi a mantenere attivo il rapporto con gli abbonati ma anche a crearne di nuovi.

La registrazione di un video oggi è semplicissima grazie agli smartphone e ai computer. Inoltre esistono diversi strumenti già preinstallati che permettono di montare i video registrati, aggiungere musica, testo e grafiche. Da Windows Live Movie Maker a iMovie di Apple, ad esempio.

I tool che, invece, possono supportare le palestre nel trasmettere video in diretta sono i seguenti:

Per avere maggiori informazioni su come gestire al meglio la comunicazione per la tua palestra virtuale e non, non esitare a contattarci.

Francesca Quagliata

Sono Digital Marketing Strategist per Skebby. Nata umanista e naturalizzata marketer, ho una passione per la scrittura breve ed efficace, ecco perché nel 2016 sono approdata in Skebby. Dopo aver conosciuto tutti i segreti che ci sono dietro ai 160 caratteri di un messaggio, mi sono appassionata sempre di più a questo mondo. Quando non sono impegnata ad abbreviare testi, divoro serie tv o sforno torte (e poi divoro anche quelle).

    I commenti sono chiusi