Il tasso di apertura SMS? Ineguagliabile!

Il tasso di apertura SMS? Ineguagliabile!

Cosa rende l’SMS uno strumento di comunicazione così efficace e diverso dagli altri? Senza dubbio i tassi di apertura altissimi, soprattutto se confrontati con quelli di altri canali di comunicazione business, come l’EMAIL o la messaggistica istantanea. A confermarlo sono i dati che abbiamo raccolto tra febbraio e aprile 2019, da cui risulta che il tasso di apertura SMS in Italia arrivi a sfiorare il 100%.

Cos’é il tasso di apertura SMS o open rate?

Il tasso di apertura SMS indica qual è la percentuale di destinatari dell’SMS che alla ricezione di questo l’hanno aperto. In inglese viene anche definito open rate ed è uno degli indicatori più importanti per misurare l’efficacia di uno strumento di comunicazione.

Come si è svolto il sondaggio sul tasso di apertura SMS?

Abbiamo chiesto ad oltre mille visitatori del sito skebby.it e di altri siti partner se leggano tutti gli SMS che ricevono. Abbiamo inoltre chiesto di indicarci a quale fascia d’età appartenessero.

I risultati raccolti hanno confermato ancora una volta che l’SMS per il business è uno strumento giovane che non dà segni di cedimento. Complice anche il fatto che lo spam sia completamente inesistente nel mondo SMS e che le comunicazioni via SMS siano recepite come professionali, affidabili ed utili, i tassi di apertura degli SMS in Italia nel 2019 continuano ad essere altissimi.
Vediamo i dati nel dettaglio.Tasso di apertura SMS nel 2019 in Italia - Open rate SMS

 

Il 93,3% degli intervistati tra i 35 e i 64 anni ha dichiarato di aprire gli SMS che riceve. Di questi il 66,40% apre tutti gli SMS che riceve, mentre il 26,93% apre solo gli SMS di mittenti conosciuti.

I dati ci dicono anche che la fascia d’età più propensa ad aprire gli SMS è quella compresa tra i 55 e i 64 anni d’età, che raggiunge picchi di open rate del 97,67%. Ma rimane di tutto rispetto anche la media globale, che raccoglie tutte le fasce di età intervistate (dai 18 agli over65), e che si attesta comunque sull’89% di SMS aperti e letti. Dimostrazione del fatto che l’SMS rimane sempre e comunque un ottimo mezzo per recapitare le proprie comunicazioni, a qualunque tipo di pubblico.

Conclusioni

I risultati del sondaggio ci suggeriscono che inviare comunicazioni via SMS significa non passare inosservati, ovvero che il messaggio inviato non si perderà tra mille altri. In più, quando viene utilizzato un mittente personalizzato, cioè composto dal nome dell’azienda, l’open rate aumenta ulteriormente.

Il tasso di apertura SMS ti ha sorpreso e vorresti iniziare ad inviare SMS ai tuoi clienti?
Registrati in Piattaforma senza impegno e testa il servizio.

Iscriviti ORA a Skebby

Se sei già un nostro cliente, fai subito Login

Francesca Quagliata

Sono Digital Marketing Strategist per Skebby. Nata umanista e naturalizzata marketer, ho una passione per la scrittura breve ed efficace, ecco perché nel 2016 sono approdata in Skebby. Dopo aver conosciuto tutti i segreti che ci sono dietro ai 160 caratteri di un messaggio, mi sono appassionata sempre di più a questo mondo. Quando non sono impegnata ad abbreviare testi, divoro serie tv o sforno torte (e poi divoro anche quelle).

    I commenti sono chiusi